Ultimi giorni bollenti

Ieri non è stata così terribile. Stamattina in corso Olivuzza c’erano neanche 27 gradi e in questi giorni, di solito, alle stesse ore ce ne sono stati anche 31, 32. Alle due ad Altarello c’erano 32 gradi e verso le due e mezzo 31 a Carini e 30 a Partinico.

Purtroppamente, però, questo non vuol dire che il tempo sta rinfrescando perché domani ci saranno temperature come oggi che ci sembreranno meno terribili solo perché non c’è moltissima umidità e ci sono venti di Maestro e Tramontana. Domenica sarà anche peggio ma – dicono gli scinziati – da lunedì pare che il cavuru si mette in una ella strada in discesa perché Minosse dice che sta facendo le valigie e se ne torna a casa in Libia non senza avere dato il benvenuto all’anti ciclone delle Azzose che pare finalmente intenzionato a trasferirsi per tutta l’estate dalle parti nostre. E avremo un’estate calda, ma il giusto, senza troppe esagerazioni.

In Europa, invece, c’è l’autunno. Succede infatti che il vortice della depressione che è sopra la Scandinavia e non si catamia, gira come una strummula in senso contrario allo rologio. Ma in questa maniera con la coda si va a prendere una poco di venti che abitano nella zona del Polo Nord e se li carria sopra l’Europa dove se la stanno passando veramente tinta e ancora non hanno posato le mpermiabili e i paracqua. Per fortuna ci sono le Alpi che ci hanno protetto se no arrivava pure nell’Italia del Nord. Ora va bene una bella arrifriscata, ma se ci devono essere temporali, inondazioni, grannina e danni allora meglio u cavuru. Mi raccomando, non pigliate fresco, attenti alle correnti: d’aria e di mare. Tante belle cose. Prudenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati