Calorosi saluti

Oggi alle quattro e mezzo a Misilmeri c'erano 42,2 gradi. Aveva assai. Ma pure a Palermo non credete che abbiamo babbiato.  Alle undici e mezzo alla Noce c'erano 39 gradi e mezzo, alla Stazione centrale 38, a Piazzale Giotto 38 e mezzo. Stamatina ci fu pure nuvolo ca fici isare l'umito e nni parsi ca c'era cchù cavuru. La notizia è che la botta di caldo africana non sente ragioni e non se ne vuole andare. Resterà almeno sino a domenica e per arrifriscare un poco se ne parla non prima di martedì, mercoledì della simana entrante. Quindi avremo uichend con le pampine ed è buono che ci rassegniamo. Se vi posso dare un consiglio vi direi che per il uichend non vi conviene andare fuori perché se 'matte che incocciate in una coda finisci ca: pronto accomodo vi funni u ciriveddu e accuminciate a strammiare; di poi i picciriddi accuminciano: papà voglio la cocacola e u duplo e magari dovete uscire dall'autostrada per trovare un bar e poi quando rientrate a fila già è tre chilometri e a tempertura naviga agghiri a 45 gradi rintra a machina. Se c'è vostro padre che ha un'età accumincia: ahhh ahhhhh. macari vostro figghiu ci addumanna: nonno ma chi c'è i ririri. E invece  il fttore è c iddu un può respirare picchi u cavuru ci fici acitu. Ma che vi aveva spiegato u dutturi? Vecchi e picciriddi lassatili a casa. Infatti ve ne tornate a casa e a mare ci mannati mugghieri e suoggira. Non si sa mai, può essere ca vi allibertate. Almeno della suoggira. Domani vi dico più cose sul uichend. Nel frattempo tante cose belle. Calorose  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati