Omicidio a Trapani: pm chiede custodia in carcere per la Purpura

La Procura di Trapani ha inoltrato al gip la richiesta di convalida del fermo eseguito a carico di Giovanna Purpura, 39 anni, in carcere da ieri all'alba con l'accusa di concorso in omicidio premeditato con l'aggravante della crudeltà

TRAPANI. La Procura di Trapani ha inoltrato al gip la richiesta di convalida del fermo eseguito a carico di Giovanna Purpura, 39 anni, in carcere da ieri all'alba con l'accusa di concorso in omicidio premeditato con l'aggravante della crudeltà. Chiesta, contestualmente, anche l'applicazione della misura cautelare in carcere. La donna è accusata di aver avuto un ruolo nell'omicidio di Maria Anastasi, la trentanovenne, madre di tre figli ed incinta al nono mese, uccisa a colpi di piccone e poi data alle fiamme mercoledì scorso nelle campagne di Trapani. Per gli inquirenti l'esecutore materiale del delitto è il marito della vittima (ed amante di Purpura): Salvatore Savalli, 39 anni, operaio in una segheria di marmo di Custonaci. Il gip, adesso, ha 48 ore di tempo per decidere.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati