Sosta selvaggia a Palermo, telecamere anche nelle zone balneari

In due mesi dodicimila multe con lo “street control” che ora allarga il raggio di azione. I vigili: grazie ai controlli meno auto in doppia fila

PALERMO. Dodicimila multe in due mesi: 1.500 verbali in media alla settimana. Boom di contravvenzioni della polizia municipale con lo «street control» contro la sosta selvaggia. Che dalla settimana prossima punterà il suo «occhio» sulle strade delle borgate marinare, in questi giorni ad altissima densità di traffico (e ingorghi).
La telecamera montata a bordo delle auto dei vigili non dà scampo agli indisciplinati: immortala le veture posteggiate in doppia fila, sui marciapiedi, sulle strisce pedonali e davanti ai passi carrabili. E già circa duemila contravvenzioni sono state notificate ai proprietari. «A noi non fa certo piacere elevare multe, ma il parcheggio selvaggio spesso causa rallentamenti al traffico - sottolinea il commissario Ignazio Agati, responsabile del coordinamento operativo del Mosic della polizia municipale -. I controlli hanno dato già buoni risultati, in diverse strade il fenomeno della sosta selvaggia si è di gran lunga ridotto».
Domani partiranno i nuovi controlli: una cinquantina le strade che saranno passate al setaccio ogni giorno dalle pattuglie della polizia municipale con lo «street control». Il servizio riguarderà soprattutto le arterie delle borgate marinare, ma anche importanti assi di scorrimento della città dove spesso si registrano rallentamenti a causa del parcheggio selvaggio: via Giorgio Arcoleo, via Aurispa, via Ausonia, piazza Beccadelli, corso Calatafimi, via Carbone, via Giacomo Cusmano, corso dei Mille, corso Finocchiaro Aprile, viale Galatea, via Garzilli, via Iandolino, lungomare Cristoforo Colomobo, via La Lumia, via Laurana, piazza Leone, via Mater Dolorosa, via Marchese di Roccaforte, via Marchese di Villabianca, viale Margherita di Savoia, via Malaspina, via Messina Marine, piazza Mondello, via Partanna Mondello, viale Principe di Scalea, piazza Pallavicino, via Cataldo Parisio, via Parlatore, via Parlavecchio, via Piano Gallo, via Pignatelli Aragona, viale Regina Elena, via Sammartino, via Sferracavallo, viale Strasburgo, via Terrasanta, via e piazza Tommaso Natale, via Toselli, via Tricomi, corso Tukory, via Vincenzo Di Marco, piazza Valdesi, via XX Settembre.
Quattro le pattuglie in azione ogni giorno, due di mattina e altrettante di pomeriggio. I dati vengono inviati immediatamente al comando che avvia l'iter per inviare la multa al domicilio del proprietario dell'auto finita nel mirino dello «street control». Il servizio proseguirà e riguarderà tutte le zone della città.
Delle circa dodicimila multe elevate in queste settimane, la maggior parte, circa l'80 per cento, riguarda le auto posteggiate in doppia fila, e la contravvenzione è di 39 euro. Per quanto riguarda il posteggio in prossimità degli incroci e sulle strisce pedonali la cifra sale a 80 euro, mentre per la sosta davanti ai passi carrabili la multa ammonta a 39 euro ed è prevista pure la sottrazione di due punti dalla patente di guida.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati