In Sicilia chiuderanno 5 tribunali

Via libera dunque l’altro ieri notte al decreto sulla Spending review, la revisione della spesa pubblica, che consentirà risparmi di 4,5 miliardi per il 2012, di 10,5 miliardi nel 2013 e di 11 miliardi per il 2014. In tal modo sono garantite le risorse per lo stop all'incremento dell'Iva fino al primo luglio del 2013 e quelle per la salvaguardia di altri 55 mila esodati

PALERMO. Saltano i tagli ai mini-ospedali e quelli ai fondi per le università, ma è confermata la riduzione del personale della Pubblica amministrazione, il taglio delle Province e l’accorpamento dei tribunali più piccoli. Via libera dunque l’altro ieri notte al decreto sulla Spending review, la revisione della spesa pubblica, che consentirà risparmi di 4,5 miliardi per il 2012, di 10,5 miliardi nel 2013 e di 11 miliardi per il 2014. In tal modo sono garantite le risorse per lo stop all'incremento dell'Iva fino al primo luglio del 2013 e quelle per la salvaguardia di altri 55 mila esodati.


Impiegati pubblici


Taglio del 10% del personale e del 20% della dirigenza. La riduzione potrebbe superare le 300mila unità e arriverà attraverso un sistema di mobilità obbligatoria all’80% dello stipendio, che accompagnerà i più anziani verso la pensione, derogando ai requisiti della riforma Fornero. Riduzione dello spazio previsto per ogni impiegato, tra i 12 e i 20 metri quadrati a persona, buoni pasto a 7 euro e non si potrà rinunciare alle ferie in cambio di compenso economico.


Acquisti centralizzati


Gli acquisti della Pa avverranno soprattutto tramite la Consip, la centrale unica per gli acquisti. Le amministrazioni potranno «rescindere contratti di lungo periodo non più convenienti che dovessero risultare troppo onerosi».


Auto blu


Quelle della Pa saranno ridotte del 50%. Tagliate anche quelle della Autorità di garanzia.


Affitti


Stop all'adeguamento Istat degli affitti pagati dallo Stato e avvio della rinegoziazione delle locazioni per ridurre del 15% i canoni.


Ministeri


Tagli per 1,5 miliardi per il 2012 e 3 miliardi a partire dal 2013.


Sindacati


In caso di revisione degli organici i sindacati saranno solo informati. Saranno tagliati del 10% i permessi retribuiti per assentarsi dal lavoro per attività sindacali. I compensi ai Caf scendono da 14 a 13 euro per dichiarazione.


Meno militari


Riduzione almeno del 10% degli organici delle forze armate. Gli alloggi della Difesa saranno ceduti con maggior facilità. Il budget della Difesa sarà ridotto di un miliardo tra 2012 e 13. Si taglia il fondo per le missioni di pace (-8,9 milioni); il Fondo per gli armamenti (100 milioni); quello per le vittime dell'uranio impoverito (-10 milioni).


Giustizia


Approvato il decreto per l’accorpamento degli uffici giudiziari. Soppressi 37 tribunali (5 in Sicilia), 38 procure, 220 sezioni distaccate e 674 giudici di pace. Il totale del personale così recuperato ammonta a 7.603 unità, di cui 2.454 giudici, pm e magistrati ordinari.


Sanità


Non saranno subito soppressi i piccoli ospedali, ma in ogni caso, entro il 30 novembre si dovrà raggiungere lo standard di 3,7 posti letto per 1000 abitanti, arrivando a un taglio stimato in circa 18mila letti tra pubblico e privato accreditato, con una quota di pubblico che deve essere "non inferiore al 40% del totale".Il trasferimenti alle Regioni per la sanità saranno ridotti di un miliardo nel 2012 e due nel 2013, decisi tagli alle spese farmaceutiche e per l'acquisto di beni e servizi. R.G.C.Addio al posto fisso per gli statali: mobilità obbligatoria. Andranno a casa in 300 mila.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati