Mafia, indagato il sindaco di Misilmeri

Avviso di garanzia per Pietro D’Aì e per Giampiero Marchese, geometra ed ex vicepresidente del consiglio comunale. Secondo gli inquirenti, avrebbero consentito alle cosche di infiltrarsi nella politica

PALERMO. I carabinieri del comando provinciale di Palermo hanno notificato due avvisi di garanzia a Pietro D'Aì, sindaco di Misilmeri, paese del palermitano, e Giampiero Marchese, geometra ed ex vicepresidente del Consiglio Comunale. Entrambi sono indagati per concorso in associazione mafiosa. Secondo gli inquirenti, avrebbero consentito alle cosche di Misilmeri di infiltrarsi nella politica e nell'amministrazione comunale.    
Nell'ambito della stessa inchiesta, che è una tranche  dell'operazione denominata 'Sisma' che decapitò il clan, i militari hanno perquisito le abitazioni del capo ufficio tecnico dei Comuni di Misilmeri e Altavilla Milicia e del presidente  del cda del consorzio tra Comuni Metropoli Est.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati