Consumi a picco, si risparmia sugli alimenti: Sicilia fanalino di coda

Secondo i dati dell'Istat, gli abitanti dell'Isola ogni mese spendono mediamente 1637 euro. In testa la Lombardia (3.033 euro) seguita dal Veneto (2903 euro)

ROMA. Il 35,8% delle famiglie nel 2011 ha diminuito la quantità e/o la qualità dei prodotti alimentari acquistati rispetto al 2010. Lo riferisce l'Istat aggiungendo che è in aumento la quota di famiglie del Mezzogiorno che acquista generi alimentari presso gli hard-discount (si passa
dall'11,2% del 2010 al 13,1% del 2011).  La maggior parte delle famiglie (il 67,5%) effettua la spesa alimentare - riferisce l'Istat - pressoil supermercato, che si conferma il luogo di acquisto
prevalente, nonostante una lieve flessione. Quasi la metà delle famiglie (il 47,7%) continua ad acquistare il pane al negozio tradizionale, il 9,7% sceglie il mercato per l'acquisto di pesce
e il 16,4% per la frutta e la verdura.  Tra il 2010 e il 2011 risultano in contrazione, su tutto il
territorio nazionale e in particolare nel Centro e nel Mezzogiorno, le spese destinate all'abbigliamento e alle calzature. Crescono, anche per effetto dell'aumento dei prezzi, le quote di spesa - riferisce ancora l'istituto di statistica - destinate all'abitazione (dal 28,4% al 28,9%) e ai trasporti (dal 13,8% al 14,2%).




SICILIA FANALINO DI CODA NELLA SPESA - La Lombardia è la regione con la spesa media mensile delle famiglie più elevata (3.033 euro), seguita dal Veneto (2.903 euro). Fanalino di coda, anche nel 2011, è invece la Sicilia che, con una spesa media mensile di 1.637 euro, vede aumentare il divario dalla regione con la spesa più elevata (circa 1.400 euro). Lo riferisce l'Istat.Nel 2011 la spesa media mensile per famiglia è pari a 2.488 euro (+1,4% rispetto all'anno
precedente). Tenuto conto dell'errore campionario e della variazione del valore del fitto figurativo «la spesa - riferisce l'Istat - risulta stabile in termini reali, nonostante la dinamica inflazionistica (+2,8%)». Il valore mediano della spesa mensile per famiglia è pari a 2.078 euro, l'1,9% in più
rispetto al 2010, «e conferma la stabilita» osservata in termini di valore medio«. 



© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati