Gela, incendio nella raffineria: nessun ferito

Il rogo è stato prontamente domato dalle squadre antincendio del servizio di sicurezza aziendale. Già alle 16 tutto era tornato sotto controllo. La nube visibile a distanza di chilometri

GELA. In fiamme nella  Raffineria di Gela un serbatoio a tetto galleggiante contenente  1.500 metri cubi di slop, ovvero di residui petroliferi  provenienti dai vari impianti, ubicato nell'isola 20 dello  stabilimento dell'Eni. Non ci sono stati feriti e non si  conoscono ancora le cause dell'incendio, che per quasi un'ora,  poco dopo le 15, è stato visibile anche a distanza di  chilometri dato che una densa nube nera ha oscurato il cielo  spinta dalla zona del rogo verso le campagne a est della città.     Il rogo è stato prontamente domato dalle squadre antincendio  del servizio di sicurezza aziendale. Già alle 16 tutto era  tornato sotto controllo. I vigili del fuoco del distaccamento di  Gela sono stati informati dell'emergenza e tenuti in stato di  allerta ma il loro intervento non si è reso necessario. La  direzione della raffineria ha avviato un'indagine interna per  accertare le cause dell'incendio sul serbatoio, denominato n.  150, e le eventuali responsabilità.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati