Parroci trasferiti, proteste a Cefalù

In cattedrale monsignor Salvatore Mormino, parroco da 38 anni, è stato sostituito da don Cosimo Leone. Nei giorni scorsi don Salvatore Panzarella ha lasciato la chiesa della borgata di Sant'Ambrogio. I fedeli chiedono un incontro al vescovo

PALERMO. Tra fiaccolate di protesta e raccolta di firme gruppi di fedeli di Cefalù (Palermo) si stanno mobilitando contro un piano di avvicendamenti e di trasferimenti di parroci promosso dal vescovo, monsignor Vincenzo Manzella. Nei giorni scorsi è stato contestato il trasferimento del parroco della borgata di Sant'Ambrogio don Salvatore Panzarella. Ora la protesta è arrivata in cattedrale dopo l'annuncio dell'avvicendamento alla guida della parrocchia: monsignor Salvatore Mormino, parroco da 38 anni, è stato sostituito da don Cosimo Leone.
La decisione del vescovo di ridisegnare la mappa delle strutture territoriali della curia, compresa la cattedrale, ha suscitato un dissenso inizialmente affidato a una lettera sottoscritta da 255 fedeli che lamentano una sostanziale mancanza di dialogo con le gerarchie su provvedimenti che riguardano la vita della comunità.
Alcuni hanno chiesto di incontrare il vescovo. Ma il trasferimento di monsignor Mormino è stato ugualmente attuato. E per questo alcuni dei parrocchiani che avevano già firmato la prima lettera sono tornati a sollecitare il confronto. "La Chiesa - dicono - siamo noi popolo (prima che le autorità e le gerarchie ecclesiali), e abbiamo diritto di essere ascoltati da chi la governa, perché si tengano nel debito conto le nostre istanze".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati