Palermo, approvata la delibera sul decentramento

L’obiettivo è trasformare le 8 circoscrizioni del Comune in vere e proprie municipalità per dare servizi più vicini alle esigenze dei cittadini

PALERMO. Servizi “più vicini” alle esigenze dei cittadini, trasformando le 8 circoscrizioni del comune di Palermo in vere e proprie municipalità, come a Parigi, Londra e Roma. E' l'obiettivo della delibera approvata, ieri, dalla giunta Orlando, all'unanimità per completare il decentramento amministrativo. L'atto di indirizzo, in pratica, dà attuazione all'articolo 29 del regolamento per il decentramento, approvato  nel '97, che attribuisce gia' alle circoscrizioni servizi culturali, sportivi, scolastici ed educativi.    
Le novità sono l'istituzione di una “regia centrale” con il settore servizi alla collettività, per il coordinamento e il monitoraggio delle attività da attuare, e la previsione di servizi aggiuntivi, da deliberare entro maggio 2013. Resta escluso solo il servizio di assistenza ai disabili. "Per evitare che non sia garantito in modo omogeneo -  ha detto l'assessore comunale al decentramento Giusto Catania, in conferenza stampa -. Abbiamo voluto dare un segnale politico, non appena si insedieranno i presidenti di circoscrizione e i consigli troveranno già questo atto da esaminare". "Procederemo per step - ha aggiunto Catania - abbiamo individuato nella macchina comunale un direttore del servizio di coordinamento, che avrà il compito di verificare le criticità entro il 30 ottobre, e successivamente di quantificare il fabbisogno di risorse, personale e strutture per i servizi". "Abbiamo avviato - ha aggiunto il sindaco Leoluca Orlando - un percorso per rendere le circoscrizioni vere e proprie municipalità, senza trasferire inefficienze, ma luoghi capaci di garantire livelli essenziali di cittadinanza".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati