Palermo, si cercano 100 croupier ma mancano i candidati

La scuola Croupiers Courses International di Palermo e Catania cerca dei candidati ma inviare nei casinò d'Oltremanica, in quelli di Malta e delle navi da crociera, ma pare non ci sia richiesta per fare questo tipo di lavoro

PALERMO. Cento contratti pronti, ma mancano i croupier.  La scuola Croupiers Courses International di  Palermo e Catania cerca 100 croupier da inviare nei casinò d'Oltremanica, in quelli di  Malta e delle navi da crociera.  Le richieste che arrivano dalle sale gioco del Regno Unito, dall'isoletta del Mediterraneo e dalle navi da crociera superano infatti l'offerta che la struttura siciliana riesce a garantire. Per questo la scuola indice per il prossimo 30 giugno nuove selezioni per reclutare personale da mettere dietro a roulette e tavoli da black jack.
La scuola cerca soprattutto ragazze. Il 50 per cento delle chiamate che arriva dai casinò sono infatti per croupier in gonnella, una rarità  o quasi per la scuola siciliana.
Le selezioni di fine giugno rappresentano un'occasione praticamente unica per i giovani in un momento in cui la disoccupazione è dilagante in tutta Italia. Ai giovani non è richiesta alcuna esperienza tra i tavoli da gioco. A formare i  croupier, cui verrà  insegnato pure l'inglese, saranno le  sedi di Palermo e Catania della scuola, con corsi delle durata di 3-4 mesi che partiranno il 2 luglio.  
Sul ponte di comando dei corsi c'è una donna, l'inglese Christine Chilton, che nel 2004  ebbe l'intuizione - rivelatasi vincente -  di fondare la scuola palermitana dopo quella da lei stessa fondata a La Spezia.
«Capii - racconta - le grandi potenzialità della piazza siciliana proprio in Liguria. Tantissimi frequentatori dei corsi di La Spezia erano infatti siciliani».
Da allora tantissimi croupier in erba sono usciti dalla scuola siciliana per salire, gradino dopo gradino, la scala della professione fino alle posizioni più ambite.
«Molti  dei ragazzi che si sono formati qui - dice Christine - sono importanti manager su Msc crociere».
La retribuzione di un croupier è varia ed è legata alla sede lavorativa, in proporzione al costo della vita. Mance comprese, la forbice dovrebbe andare dai 900 ai 3.000 euro mensili.
Gli aspiranti croupier arrivano alla scuola siciliana da tutta Italia, spinti dalle felici esperienze di qualche amico o da fortunose navigazioni nel web.
Il loro futuro prossimo è già scritto. Voleranno Oltremanica per dirigere le danze dietro una roulette o un tavolo di black jack in Gran Bretagna, a Malta o nelle navi da crociera.
E del resto non potrebbe non essere così. Come quasi mai accade, le richieste di personale che piovono alla scuola sono superiori alle offerte. Gran parte degli oltre 150 casinò del Regno Unito si servono infatti del personale formato dalla scuola di Mrs Chilton. «Entro Natale - racconta la signora Chilton - abbiamo richieste per 100 croupier. Ma difficilmente riusciremo a soddisfarle. Ci servono soprattutto ragazze».
Il corso non ha un costo eccessivo (3000 euro più iva) specie se si pensa che l’approdo al mondo del lavoro è praticamente sicuro. La cifra è comunque rateizzabile grazie ad una convenzione con una finanziaria. «E poi - aggiunge la signora Chilton - tutto viene ripagato con i primi stipendi».



Come candidarsi
Per presentare la propria candidatura occorre inviare un curriculum vitae con foto a: direzione@scuolacroupier.it indicando il codice 2012.
Requisiti.
Età compresa tra i 18 e i 35 anni.
Nessun precedente penale.
Disponibilità a trasferirsi all’estero.
Nessun tatuaggio in vista.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati