Personale assente per corsi: più controlli alla Regione

D'ora in avanti, i dipendenti che sono stati autorizzati ad assentarsi dall'ufficio per frequentare i corsi dovranno esibire la documentazione comprovante «l'effettivo ammontare delle ore fruite nell'anno solare 2012» e «gli attestati degli esami sostenuti, anche se con esito negativo»

Sicilia, Politica

PALERMO. Scattano maggiori controlli sui corsi di aggiornamento di cui beneficiano i dipendenti della Regione, previsti dal contratto di lavoro. D'ora in avanti, il personale che è stato autorizzato ad assentarsi dall'ufficio per frequentare i corsi dovrà esibire la documentazione comprovante «l'effettivo ammontare delle ore fruite nell'anno solare 2012» e «gli attestati degli esami sostenuti, anche se con esito negativo». In mancanza delle certificazioni «i permessi già utilizzati - scrive in un decreto appena firmato il dirigente del dipartimento Personale della Regione, Giovanni Bologna - saranno considerati come aspettativa per motivi personali e daranno luogo al recupero degli emolumenti indebitamente percepiti».


I dipendenti regionali in regola invece «hanno diritto a percepire gli interi assegni mensili senza alcuna decurtazione correlata alle ore durante le quali si assenteranno per la frequenza ai corsi, ad eccezione delle indennità a carattere speciale che richiedano l'effettiva presenza in ufficio». Al 10 gennaio 20ll, i dipendenti della Regione in servizio sono 15.940. In base al contratto di lavoro, può fare richiesta di partecipazione a corsi di aggiornamento il 3% sul totale dell'organico, dunque fino a un massimo di 478 persone

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati