Sicilia, Politica

All'Ars nasce il Nuovo Polo

Raggruppa 24 deputati regionali: 14 Mpa, 4 Fli, 5 Mps, uno dell’Api. Oggi vertice a Palazzo dei Normanni col presidente della Regione, tra i segretari dei partiti che compongono il gruppo. "Lavoriamo a una proposta politica unica, a un candidato per il dopo-Lombardo in grado di unire chi è disposto a continuare con noi questo percorso"

PALERMO. Nasce la federazione del Nuovo polo all'Ars, che raggruppa 24 deputati: 14 Mpa, 4 Fli, 5 Mps, 1 Api. L'iniziativa è stata presentata a Palazzo dei Normanni dal capogruppo del Mpa, Nicola D'Agostino, da Paolo Ruggirello (Mps), Giuseppe Spampinato (Api) e dal capogruppo di Fli Livio Marrocco (Fli).
L'incontro con la stampa è stato preceduto da un vertice, sempre a Palazzo dei Normanni, tra i segretari dei partiti che compongono il Nuovo polo, alla presenza del presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo.
"Il punto non è mettere insieme sigle ma capire cosa si vuol fare - ha detto D'Agostino - indicare un percorso per proseguire il lavoro fatto in questi danni dal governo sulla strada delle riforme e dell'autonomia. Lavoriamo a una proposta politica unica, a un candidato per il dopo-Lombardo in grado di unire chi è disposto a continuare con noi questo percorso". D'Agostino ha aggiunto che "destra e sinistra sono categorie superate, non mettiamo paletti ed è chiaro che ci rivolgiamo in particolare a chi ha punti di contatto col nostro programma: penso a Grande Sud, al Pid e a quegli scissionisti del Pdl che hanno dimostrato autonomia di pensiero: con loro un dialogo è possibile".
"Ma ci rivolgiamo anche a quella parte del Pd con cui abbiamo camminato insieme - ha proseguito - Se loro vogliono, il percorso già avviato può andare avanti". Alla domanda sulle mozioni di sfiducia a Lombardo, D'Agostino ha risposto: "Sono pretestuose e inutili, penso soprattutto a quella annunciata dal Pd che di fatto sfiducerebbe se stessa".


«Mettere insieme 24 deputati è un onore ed un onere ha affermato Ruggirello - Da federati
ragioneremo alla pari, portando avanti idee e progetti e soprattutto impegnandoci in questo scorcio di legislatura nella programmazione di fondi europei e nella pubblicazione di bandi per i fondi strutturali». «Apriamo agli altri 76 parlamentari dell'Ars che guardano con interesse al nostro progetto politico - ha aggiunto - affinchè provincia per provincia, sul territorio, ognuno di noi
possa portare avanti il nuovo soggetto politico nascente. Non ci interessano inciuci, nè le sigle di partito, apriamo alle persone, ai soggetti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati