Fiat, il governo boccia Di Risio A Termini torna l’incubo

Il sindaco Burrafato: "Serve chiarezza e per farlo occorre immediatamente convocare una riunione al Ministero dello Sviluppo economico”

ROMA. "Abbiamo dato termini laschi ma nei termini previsti questo signore non ci ha dimostrato di avere le risorse per rispettare l'accordo". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo, Corrado Passera, sull'impegno di Dr Motors per lo stabilimento di Termini Imerese, per il quale il governo cerca ora un'alternativa. "Non possiamo aspettare che passino i tempi della cig senza andare a cercare qualcun altro. Anche a rischio di farci male abbiamo detto basta, tu non sei in grado, cerchiamo alternative”.
E intanto il sindaco di Termini Salvatore Burrafato lancia l’allarme: "Serve chiarezza e per farlo occorre immediatamente convocare una riunione al Ministero dello Sviluppo economico, ponendo due questioni indispensabili: la Fiat non può ritenersi 'disimpegnata' se prima non si arriva ad una soluzione per il rilancio del polo industriale di Termini Imerese, e poi servono garanzie per i 640 esodati e sulla cassa integrazione anche per il 2013".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati