Sicilia, Società

Emma: amavo una persona che non esiste

ROMA. «Era tutto nella mia testa: mi sono innamorata di un'idea che mi ero costruita da sola. Lui non c'entra, lui non è niente».
Il 2012 è stato l'anno di Emma, nel bene e nel male. A Sanremo la vittoria, ad Amici il coinvolgimento, suo malgrado, in un gossip in diretta tv: la storia tra il ballerino Stefano De Martino, all'epoca suo fidanzato, e Belén Rodriguez. «Mi hanno offerto anche un sacco di soldi per parlare, ma non ne ho proprio voluto sapere». E se parla oggi, intervistata da Concita De Gregorio per Vanity Fair, che le dedica la copertina del numero in edicola dal 13 giugno, non lo fa per commentare un tradimento come tanti: «Lui non c’entra, poveretto. Ha fatto una cosa che farebbero milioni di persone, è come gli altri milioni, uguale. Non c’entra nemmeno lei, figuriamoci. È simpatica, è bella, fa i balletti, sta senza mutande: fa bene, è il suo lavoro. Non m’interessa per niente sapere se è tutto orchestrato o se è vero, spero che sia vero ma chissenefrega». Quello di cui Emma vuole parlare è lo sbaglio di avere messo la sua vita nelle mani di uno che alla più classica delle domande tra innamorati – mi ami? - non reagiva da innamorato: «Lui niente, lui non parla, lui c'era e basta». E allora: «Il problema sono io. Ero io. Com’è che mi sono messa a disposizione di uno così, consegnata mani e piedi? Io che dicevo, dopo il tumore (all'utero, operato 5 anni fa, ndr), alle ragazze: il problema nella vita non è un fidanzato stronzo, il problema è vivere, farcela, tenere la testa alta, resistere, andare avanti... Avevo in mente l’idea di una persona che non esiste. Si vede che dovevo passare anche da lì, diventare grande... È stato doloroso, questo mese e mezzo, ma utile. Ho passato dei momenti tremendi. Quelli in cui torni a casa la sera e dici: e ora? Ora per chi stiro, per chi cucino? Ma come è stato possibile, ma sarà stata colpa mia? Cos'è che non ho fatto bene, cosa mi manca? Ero troppo, troppo poco? E poi pensi ma non ha capito niente di me, ma non ho capito niente di lui. Poi un giorno, all’improvviso, è tutto chiaro».
Nell'intervista a Vanity Fair Emma – che il 10 luglio parte con il suo tour estivo – parla anche del rapporto con Maria De Filippi, di un progetto per i terremotati per l'Emilia, e del sogno di maternità dopo il tumore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati