Agrigento, consorzio Asi: sospesi tre dirigenti per illeciti

Secondo la gestione commissariale "hanno commesso gravi illeciti disciplinari e si sono resi responsabili, ognuno per le rispettive competenze, di ripetute violazioni che hanno danneggiato sotto diversi profili sia l'Ente nel suo complesso che l'erario"

AGRIGENTO. Sono stati sospesi dal servizio i tre dirigenti del Consorzio Asi di Agrigento, Antonino Casesa (ex direttore generale), Salvatore Callari (dirigente responsabile dell'area tecnica), Rosario Gibilaro (dirigente responsabile dell'unità contabile). Secondo la gestione commissariale «hanno commesso gravi illeciti disciplinari e si sono resi responsabili, ognuno per le rispettive competenze, di ripetute violazioni che hanno danneggiato sotto diversi profili sia l'Ente nel suo complesso che l'erario».  «Inoltre, Casesa non ha adottato gli atti di sua competenza contro diverse aziende colluse ed in odore di mafia - prosegue la nota - insediate nell'area industriale della provincia di Agrigento, come previsto dalle leggi e dal protocollo di legalità sottoscritto nel 2010 alla Prefettura di Agrigento, dall'Assessore regionale attività produttive Marco Venturi, dalla precedente gestione commissariale dell'Asi e da Confindustria».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati