Calcioscommesse, Miccoli: "Sono tranquillissimo, farò un giorno di vacanza"

Il capitano rosanero nella Capitale per rispondere alle domande del procuratore Palazzi sulla presunta combine di Palermo-Bari dell'8 maggio 2011

ROMA. "Sono tranquillissimo. Farò un giorno di vacanza a Roma. Non mi aspettavo questa convocazione, vediamo». L'attaccante del Palermo, Fabrizio Miccoli, commenta così, entrando in Procura federale, la sua convocazione nell'ambito dell'inchiesta sul calcioscommesse.  Il bomber rosanero è stato chiamato dal pool del Procuratore federale Stefano Palazzi, per la presunta combine di Palermo-Bari dell'8 maggio 2011 (2-1, il risultato finale), combine che, secondo le ricostruzioni degli inquirenti, saltò proprio per un rigore sbagliato da Miccoli. «Il rigore?  Passerò una giornata di vacanza a Roma», ha glissato l'attaccante.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati