Palermo, ai Rotoli torna in funzione il forno crematorio

A partire dal 30 giugno sarà riutilizzabile la struttura rimasta ferma da febbraio per un guasto. Si tratta dell’unica in funzione in Sicilia. Il Comune: incrementate le richieste

PALERMO. Il 30 giugno ritorna in funzione il forno crematorio di Palermo, fermo da febbraio per un guasto. La struttura è l’unica in funzione in Sicilia.
Secondo i dati diffusi dal Comune nel corso di Ditelo a Tgs, c’è una crescita di circa il 25% annuo di richieste di cremazioni: da 250 a 300 nei primi mesi dell’anno, prima che il forno si guastasse.
Per quanto riguarda il costone roccioso da consolidare, e che da cinque anni non permette l’accesso ad una zona del cimitero, entro la fine dell’anno si potrebbe sbloccare la gara d’appalto, con l’affidamento dei lavori alla ditta che si dovrà occupare della messa in sicurezza della zona.
Scende il numero delle salme nel deposito al cimitero dei Rotoli di Palermo.
Meno impiegati (da 130 a 74) e più efficienza. Gabriele Marchese, responsabile dei servizi cimiteriali del Comune di Palermo: “Questo metodo di collaborazione fra Gesip e Comune funziona bene”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati