Droga, 13 arresti nel Ragusano dopo morte per overdose

L’inchiesta partita dopo la scomparsa, l'8 ottobre del 2010, di un giovane di Pozzallo, Luca Arezzo. I carabinieri hanno individuato il pusher che avrebbe ceduto la dose letale, Debora Borgia, 27 anni, che è tra gli arrestati

RAGUSA. Tredici persone sono state arrestate da carabinieri nel Ragusano nell'ambito di un'operazione antidroga le cui indagini sono state avviate dopo la morte, per overdose da eroina, l'8 ottobre del 2010, di un giovane di Pozzallo, Luca Arezzo.
Militari dell'Arma hanno individuato il pusher che avrebbe ceduto la dose letale, Debora Borgia, 27 anni, indagata per morte come conseguenza di altro delitto, che è tra gli arrestati, e di scoprire lo spaccio di sostanze stupefacenti nel centro di Pozzallo e nei pressi del pontile prospiciente la Torre Cabrera.
I carabinieri, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere, hanno arrestato otto persone. Un analogo provvedimento è stato notificato in un istituto penitenziario a una persona già detenuta per altri reati. Il Gip ha disposto gli arresti domiciliari per cinque indagati, uno dei quali è ancora irreperibile, e gli obblighi di presentazione in caserma per una quindicesima persona.
Durante le indagini militari dell'Arma hanno sequestrato, a riscontro delle investigazioni condotte con l'ausilio di intercettazioni telefoniche, oltre 30 grammi di hashish e marijuana a carico di 21 di assuntori di stupefacente fermati subito dopo la cessione della droga da parte degli spacciatori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati