Prima Divisione, Play off: Trapani in finale, Siracusa eliminato

Gli uomini di Boscaglia pareggiano soffrendo contro la Cremonese ma passano il turno, dove sfideranno il Lanciano, che ha fatto fuori la compagine guidata da mister Sottil, fermato sul 2 a 2

TRAPANI. Continua il sogno del Trapani, svanisce quello del Siracusa. Sono i verdetti della semifinale dei playoff di Prima Divisione di Lega Pro, valevoli per la promozione in serie B. Destini diversi per le squadra siciliane. Il Trapani ha pareggiato 1 a 1, soffrendo tantissimo, in casa contro la Cremonese.


Una gara dai due volti. Nella prima parte della gara la Cremonese si è resa abbastanza pericolosa alla ricerca della marcatura che le potesse dare il passaggio alla finalissima. Nella ripresa su questa scia gli ospiti sono andati presto in vantaggio. Ciò ha dato la scossa al Trapani che ha cominciato a giocare con le sue caratteristiche e ha fatto rintanare nella propria metà campo gli ospiti che hanno ceduto allo strapotere granata alla mezz’ora con il pareggio di Pirrone. E per alcuni minuti la formazione di casa ha cercato di dare la mazzata vincente. Poi la Cremonese fino alla fine senza però mai concludere in porta.



Nella prima parte della gara partono subito gli ospiti. Al 12’ è Le Noci su assist di Coralli a mandare alto praticamente a porta vuota. Al 19’ ancora Le Noci ad insidiare da fuori area con un tiro che colpisce il palo esterno. Al 32’ la risposta del Trapani con Caccetta che dal limite sfiora la traversa. Tre minuti dopo è l’ospite Filippini che spreca una invitante occasione. Al 39’ è Dettori a cercare la via del gol ma è pronta la risposta di Pozzato. Al 43’si vede il Trapani. Triangolazione Madonia-Abate-Pirrone ma il tiro dal limite non è preciso. Nella ripresa, dopo un pericolo ospite al 51', il Trapani mostra gli artigli con il duetto Abate-Madonia che fionda dalla distanza. Ottima è la risposta del portiere Alfonso. Al 56’ la marcatura ospite. Coralli riceve un ottimo pallone che scavalca la difesa di casa e da distanza ravvicinata batte Pozzato. Poi è tutto Trapani.


Dieci minuti dopo Abate è vicino alla porta su un pallone invitante ma viene contrastato da un avversario. Al 68’ rasoiata di Filippi da trenta metri: in tuffo il portiere ospite respinge. Si fa sempre più pressante la manovra granata e al 75’ la squadra di Boscaglia raggiunge praticamente la finalissima. Su angolo di Barraco ecco lo schema, colpisce di testa Pagliarulo, respinge il portiere che però nulla può fare su Pirrone che sfonda la rete e al Provinciale succede il terremoto. Sulle ali dell’entusiasmo è ancora il Trapani ad andare vicino alla rete. Al 79’ Madonia con una delle sue travolgenti azioni supera come birilli alcuni difensori sulla sinistra, entra in area e la Cremonese si salva in angolo. All’87’ mentre la formazione di Brevi è protesa in avanti Gambino dà la carica e serve Madonia che da solo giunge alla perfezione. Il suo tiro dal limite si alza sulla traversa quando già si cominciava a gridare al gol. Poi c’è la Cremonese ma le incursioni finali sono preda dei difensori granata con il pensiero già rivolto alla finalissima. Il Provinciale è in festa. E’ un tripudio finale. Qualche spettatore sta male. La squadra va a festeggiare con i tifosi encomiabili della curva ma la festa è generale. Adesso la gara d’andata della finalissima domenica prossima sul campo del Lanciano che ha pareggiato a Siracusa.


il Lanciano, che ha eliminato il Siracusa con un 2 a 2 beffardo. Il Lanciano, però, ha dimostrato di essere squadra cinica e concreta, riuscendo pure a passare in vantaggio, nel corso del primo tempo, e a ritrovare il pareggio sull'uno-due degli uomini di Sottil, che non hanno saputo sfruttare la spinta di uno stadio pieno in ogni ordine di posto

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati