Formazione, Cisl: "Continua l'agitazione del personale"

Nonostante siano stati sbloccati i fondi, c'è attesa dell'esito dell'esame della documentazione da parte della Corte dei Conti e dell'avvio dell'attività 2012

PALERMO. Anche se sono stati sbloccati i fondi che assicurano il cofinanziamento delle attività formative previste dall'avviso 20/2011 da parte della Regione Sicilia, continua lo stato di agitazione degli operatori della formazione professionale iscritti alla Cisl, nell'attesa dell'esito dell'esame della documentazione da parte della Corte dei Conti e dell'avvio dell'attività 2012.


«Pertanto i lavoratori, la Cisl e la Cisl scuola - si legge in una nota sindacale - non si stancano di chiedere l'immediata istituzione di un tavolo di crisi ed il confronto con il presidente della Regione Raffaele Lombardo, attraverso il coinvolgimento attivo della deputazione iblea, con la richiesta
di un impegno totale, affinchè venga assicurata la garanzia delle retribuzioni spettanti agli operatori delle tre filiere, e la continuità dell'innegabile funzione sociale della formazione professionale».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati