Berlusconi: "Elezione diretta del capo dello Stato"

L'ex premier in conferenza stampa con il segretario del Pdl Angelino Alfano: "Questa possibilità - ha detto - è stata oggetto di molte discussioni e incontri. Siano i cittadini stessi a decidere con il loro voto". E su una sua candidatura al Colle il Cavalieri ha risposto: "Farò quello che mi dice il partito"

MILANO. Elezione diretta del presidente della Repubblica. Questa la carta che Silvio Berlusconi ha presentato nel corso della conferenza stampa nella sala Koch del Senato, indetta dal segretario del Pdl Angelino Alfano e dal leader del partito, per annunciare la «grande novità politica» promessa nelle scorse settimane. "Questa possibilità - ha detto Berlusconi - è stata oggetto di molte discussioni e incontri. Siano i cittadini stessi a decidere con il loro voto il presidente della Repubblica», ha proposto Berlusconi. "Vogliamo continuare a essere nella situazione di Atene, un Paese ingovernabile, o di Parigi in cui in pochi giorni i cittadini hanno visto formarsi un governo, andare il Presidente a rappresentare con Francia e Germania, e poi al G8 con Obama? La risposta è ovvia - ha detto - perchè non profittare della prossimità della fine legislatura; della scadenza di un eccellente presidente repubblica; e terzo della riforma della Costituzione dalla prossima settimana in Senato. Ci sono i tempi, noi presenteremo l’articolato all’aula del Senato come emendamento". E alla domanda di una sua possibile elezione, l'ex premier ha risposto: "Io al Colle? Farò quello che mi dirà il Pdl".

Su uno scioglimento del partito, Berlusconi è stato categorico: "E' un partito compatto e non si scioglierà"

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati