“Soldi al massaggiatore per tacere”: nuove accuse per Travolta

NEW YORK. Non si placa lo scandalo nel quale è coinvolto l'attore americano John Travolta. Secondo quanto riferito da una fonte informata al Daily News, il suo team di legali ha offerto ad uno dei massaggiatori che lo hanno accusato di aggressione sessuale 125.000 dollari per ritirare le accuse.     
La star di 'Pulp Fiction' avrebbe proposto di staccare un assegno a tre zeri perché il secondo dei due massaggiatori, John Truesdale, tenesse la bocca chiusa. Immediata la reazione di Marty Singer, avvocato di Travolta, che ha negato fermamente di aver offerto soldi al massaggiatore, il quale aveva denunciato l'attore per averlo aggredito sessualmente il 28 gennaio scorso. "Non abbiamo pagato, né pagheremo un centesimo per queste affermazioni false e ridicole", ha fatto sapere Singer in un comunicato. Truesdale ha ritirato le accuse contenute nella causa federale giovedì scorso, poco dopo che anche il primo massaggiatore aveva rinunciato alla causa, ma non ha rilasciato alcun commento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati