Il Papa rimuove il vescovo di Trapani

Al posto di monsignor Francesco Micciché nominato un amministratore della Diocesi dopo l'apertura di un’inchiesta della procura sugli ammanchi nella gestione di due fondazioni

CITTA' DEL VATICANO. Benedetto XVI ha sollevato oggi dalla guida della diocesi di Trapani il vescovo monsignor Francesco Micciché e ha nominato come amministratore apostolico monsignor Alessandro Plotti, ex vescovo di Pisa.
La diocesi di Trapani era stata al centro di una visita apostolica dal giugno 2011, compiuta dal vescovo di Mazara del Vallo mons. Domenico Mogavero, in seguito a un'inchiesta della Procura di Trapani su ammanchi relativi e due Fondazioni gestite dalla Curia, e a dissidi tra Micciché e alcuni prelati.
L'inchiesta della Procura, che aveva prima innescato il 7 giugno 2011 l'invio del visitatore apostolico e oggi la rimozione del vescovo, riguarda un presunto ammanco di denaro - oltre un milione di euro - nella fase di incorporazione da parte della Fondazione "Auxilium" di un'altra fondazione gestita dalla Curia, la "Campanile". L'indagine è stata condotta dalla sezione di polizia giudiziaria della guardia di finanza per la Procura trapanese.
Monsignor Plotti, nato a Bologna, compirà 80 anni il prossimo 8 agosto. E' stato arcivescovo di Pisa dal giugno 1986 al febbraio 2008.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati