Lombardo annuncia le dimissioni, le reazioni

PALERMO. Varie e di diverso tenore le reazioni politiche all’annuncio di Raffaele Lombardo che ha anticipato oggi di voler lasciare la presidenza della Regione il prossimo 28 luglio.
Ecco cosa hanno detto i protagonisti della vita politica siciliana.

CASCIO: ATTO DI RESPONSABILITA'. "Un atto di responsabilità nei confronti della Sicilia". Ha detto il presidente dell'Assemblea Regionale Siciliana, Francesco Cascio. "Troppe - ha continuato Cascio - sono le questioni ancora aperte da risolvere: dalla vicenda dei forestali alle carenze dei collegamenti marittimi e del trasporto pubblico locale, dalla Fiat ai fondi per finanziare le attività culturali dell'Isola. Dimettendosi adesso, Lombardo avrebbe gettato la Sicilia in una situazione di criticità e disperazione peggiore di quella in cui versa oggi. Così invece ci sono ancora almeno due mesi in cui mi auguro che il Governo regionale collabori più assiduamente con l'Ars per dare le risposte che i cittadini siciliani chiedono e meritano".

NANIA (PDL): VOTO PER GIUDICARE LOMBARDO E SINISTRA. "Finalmente si vota. Il prossimo ottobre i siciliani potranno giudicare il comportamento di Raffaele Lombardo che ha tradito il voto degli elettori espresso nel 2008 provocando, insieme con la sinistra, il disastro sotto gli occhi di tutti". Così il vicepresidente del Senato e co-coordinatore regionale del Pdl, Domenico Nania.

GIAMBRONE (IDV): DIMISSIONE TARDIVE MA DANNO SPERANZA. "Finalmente giunge una notizia che può permettere alla nostra terra di vivere una nuova stagione anche se le dimissioni di Lombardo sono tardive". Lo afferma il segretario regionale dell'Idv, Fabio Giambrone. "L'Italia dei valori è pronta ad aiutare la Sicilia a voltare pagina - aggiunge Giambrone - tramite la costruzione di una coalizione composta da forze riformiste, aperte alla società civile, al mondo dell'associazionismo e radicalmente alternative al Cuffarismo e al Lombardismo, che hanno provocato solo disastri".

D'ALIA (UDC): FINE DI UN'AGONIA. "Per la prima volta sono d'accordo con Raffaele Lombardo: le sue dimissioni fanno cessare l'agonia della Sicilia e dei siciliani. Grazie presidente!". Scrive così sul suo Twitter il presidente dei senatori dell'Udc e segretario regionale del partito, Gianpiero D'Alia.

CRACOLICI (PD): FANNO ONORE A LOMBARDO. "Adesso c'é una data certa per le prossime elezioni regionali: è un passaggio importante, che accoglie quanto avevo chiesto nel corso di queste settimane". Lo dice Antonello Cracolici, presidente del gruppo Pd all'Ars. "Siamo di fronte ad una novità assoluta - aggiunge l'esponente del Partito democratico - un presidente della Regione che comunica la data delle dimissioni e del voto, nonostante non vi sia un formale rinvio a giudizio. E' una decisione che fa onore a chi l'ha assunta - conclude Cracolici - perché tutela le istituzioni ed evita un pericoloso logoramento".

FALLICA (GS): NESSUNO RIMPIANGERA' LOMBARDO. "Nessuno rimpiangerà Lombardo. Il voto anticipato è solo la conseguenza di una palese incapacità amministrativa e politica che ha portato la Sicilia sull'orlo del baratro". Lo afferma, in una nota, il segretario regionale di Grande Sud in Sicilia Pippo Fallica. "E adesso - aggiunge l'esponente del movimento arancione - dopo la certezza di una data per le elezioni regionali si eviti alla nostra terra la beffa del rimpasto di governo. La Sicilia ha bisogno di politiche efficaci non di nuove e vecchie clientele".

BRIGUGLIO (FLI): LEZIONE DI BELLA POLITICA. "Raffaele Lombardo annunciando la data delle sue dimissioni e ridando la parola agli elettori ha dato una lezione di stile e di bella politica in Sicilia e oltre, anche a chi diceva non le avrebbe mai date ora farebbe bene ad andare oltre il rancore e a riconoscerlo lealmente. Quanti in Sicilia e in tutto il Paese si sono comportati o si sarebbero comportato come lui?". Lo afferma Carmelo Briguglio vice presidente dei deputati di Fli e coordinatore del partito in Sicilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati