Regione, autolinee e forestali nuove emergenze

Problemi per i 27 mila dipendenti da avviare al lavoro lunedì prossimo e per i 2 mila che le aziende del trasporto pubblico locale licenzieranno a causa dei tagli ai finanziamenti

PALERMO. Raffaele Lombardo assicura che il governo troverà i soldi per garantire lo stipendio agli ottomila lavoratori della formazione professionale. Ma all’emergenza sui corsi professionali si aggiungono quelle legate ai 27 mila forestali da avviare al lavoro lunedì prossimo e ai 2 mila che le aziende del trasporto pubblico locale licenzieranno a causa dei tagli ai finanziamenti.
Una parte dei 27 mila forestali dovrà compiere 181 giornate di lavoro entro fine anno. Per riuscirci, hanno calcolato all’assessorato all’Ambiente, dovrebbero partire lunedì prossimo. Ma le risorse non ci sono.
Lunedì si è svolto un incontro in prefettura a Palermo. Nei prossimi giorni il presidente della commissione Attività produttive dell’Ars, Salvino Caputo, ha convocato un vertice con sindacati e governo: «La Regione deve anticipare le somme necessarie in attesa del mutuo che garantirà le risorse. I forestali devono essere avviati subito al lavoro e poi stabilizzati».
Lombardo ieri ha confermato l’intenzione di promulgare la legge che prevedeva il mutuo malgrado l’impugnativa del Commissario dello Stato. È una mossa che potrà essere fatta solo a fine mese - termini previsti dallo Statuto - e che permetterebbe l’accensione di un mutuo sotto la responsabilità del presidente e della stessa giunta. Ma - a parte i dubbi sulla possibilità che una banca finanzi 560 milioni in queste condizioni - Lombardo ha dovuto registrare in questi giorni le perplessità di più di un assessore a portare avanti una iniziativa che metterebbe poi a rischio di essere chiamati in giudizio dalla Corte dei Conti per danno erariale se la Corte Costituzionale fra un anno darà ragione al Commissario dello Stato. A quel punto il mutuo non avrebbe copertura legislativa.  In questo clima ieri l’Anav, l’associazione delle autolinee aderenti a Confindustria, annuncia il ricorso contro il taglio del 20% ai finanziamenti previsti dai contratti in vigore.


OGGI SIT IN A PALERMO. Si svolgerà oggi dalle 14 un sit in dei forestali in piazza del Parlamento a Palermo perché "il governo regionale non ha ad oggi reperito le somme occorrenti per l'avvio della campagna di prevenzione e antincendio", dicono i sindacati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati