Dell'Utri, Cassazione conferma l'assoluzione per calunnia

È stato così respinto il ricorso della Procura di Palermo che insisteva nelle accuse. In particolare la VI sezione penale della Suprema Corte ha «rigettato» il ricorso del Pg di Palermo Antonino Gatto contro il proscioglimento pronunciato dalla Corte d'appello di Palermo il 31 marzo 2011

PALERMO. La Cassazione ha confermato l'assoluzione del senatore Marcello Dell'Utri dall'accusa di istigazione alla calunnia così come stabilito in primo e secondo grado. È stato così respinto il ricorso della Procura di Palermo che insisteva nelle accuse. In particolare la VI sezione penale della Suprema Corte ha «rigettato» il ricorso del Pg di Palermo Antonino Gatto contro il proscioglimento di Dell'Utri pronunciato dalla Corte d'appello di Palermo il 31 marzo 2011. Gatto sosteneva l'esistenza di un accordo tra il pentito Cosimo Cirfeta e Dell'Utri per screditare i pentiti che hanno accusato Dell'Utri nel processo per concorso esterno. Il verdetto dei supremi giudici ricalca la richiesta della Procura della Suprema Corte che aveva chiesto il rigetto del reclamo del Pg Gatto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati