Palermo, fiorai abusivi: fioccano multe e denunce

Dieci persone multate per mancanza di licenza e segnalate all'autorità giudiziaria per illecita occupazione di suolo pubblico. Un uomo denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale, 350 piante di vario tipo (azalee, rose, orchidee, gerani e ortensie) oltre a 150 piantine finte da esposizione, sequestrate

PALERMO. Dieci persone multate per mancanza di licenza e segnalate all'autorità giudiziaria per illecita occupazione di suolo pubblico. Un uomo denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale, 350 piante di vario tipo (azalee, rose, orchidee, gerani e ortensie) oltre a 150 piantine finte da esposizione, sequestrate, costituiscono il bilancio di una vasta operazione, condotta in città, tra venerdì e ieri, dalla polizia municipale, contro i fiorai abusivi. Gli agenti, sotto la direzione del comandante Serafino Di Peri e del vice comandante Vincenzo Messina, hanno passato a setaccio vari quartieri dove era stata segnalata la presenza di venditori di articoli floreali che invadevano strade e marciapiedi.



Così in via Giuseppe Arcoleo, una traversa del corso Calatafimi, a due ambulanti, di 38 e 42 anni, sono state requisite rispettivamente 25 e 50 piante. Ancora, in viale Regione Siciliana, ad angolo con la via Pitrè, ad un altro ambulante di 35 anni, che occupava senza averne titolo circa 48 metri quadri di strada, sono state portate via 150 piante finte. Nella circostanza, il trentacinquenne, per cercare di ostacolare l'intervento dei vigili, è dapprima andato in escandescenze, poi ha tentato di scagliare una rastrelliera contro gli uomini in divisa. Bloccato, ha subito anche la denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale. Un altro fioraio, invece, ieri mattina, in via Terrasanta, sempre per provare ad impedire inutilmente il sequestro della merce esposta (140 piante), ha iniziato ad urlare e a sbattersi ripetutamente la testa contro un furgone. Si è procurato una vasta ferita alla fronte. Controlli pure nella zona compresa tra viale Lazio e viale Campania (sequestrate a due abusivi un'ottantina di azalee), in via Cala, dove sono state requisite 55 piante, via Paternostro (20 piante) e viale Strasburgo.


Contestualmente, i caschi bianchi hanno elevato una serie di contravvenzioni a carico di alcuni commercianti di frutta e verdura, che, con lambrette, cassette di legno e furgoncini, avevano posto in vendita la merce senza essere in possesso dell'autorizzazione. Per loro una sanzione da 309 euro. Soddisfazione per l'attività svolta è stata espressa dallo stesso comandante Serafino Di Peri, il quale ha più volte sottolineato che «questi interventi, da un lato, hanno lo scopo di combattere il dilagante fenomeno dell'abusivismo e dall'altro di tutelare gli stessi ambulanti regolari dalla concorrenza sleale».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati