Provenzano, intensificata sorveglianza in carcere

La decisione dopo il tentativo di suicidio o quello che potrebbe essere un gesto dimostrativo del capomafia. Non potrà disporre nemmeno del fornelletto per scaldarsi i pasti

ROMA. Dopo il tentativo di suicidio o quello che potrebbe essere un gesto dimostrativo del capomafia Bernardo Provenzano è stata intensificata nel carcere di Parma la sorveglianza già altissima nei suoi confronti; ora il superboss non potrà disporre nemmeno del fornelletto per scaldarsi i pasti. Lo si è appreso da fonti del Dap.
Secondo una ricostruzione è stato visto dal monitor che controlla la sua cella nell'atto di infilarsi il sacchetto in testa il boss Bernardo Provenzano dagli agenti del Gom, che sono subito intervenuti. Il fatto - a quanto si è appreso - è avvenuto dopo la mezzanotte di mercoledì, per l'esattezza a mezzanotte e mezza, quando c'é il cambio turno tra gli agenti del Gom addetti al controllo. Ed è stato proprio mentre i due agenti si passavano le consegne che, attraverso il video, hanno visto il gesto di Provenzano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati