Lombardo: "Non vado a manifestazioni antimafia da indagato"

«Sugli inviti a manifestazioni antimafia - aggiunge il governatore - non ne ho bisogno perchè dal 29 marzo, da quando ho appreso dell'inchiesta a mio carico, non ho partecipato a iniziative con vittime di mafia e se ne ho promosso per ricordare quei fatti l'ho fatto in silenzio»

PALERMO. "Non mi sono permesso di accostarmi a Giovanni Falcone ma ho soltanto ricordato che i sospetti di Leoluca Orlando non hanno risparmiato neppure il magistrato». Lo afferma il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, in relazione alle dichiarazioni della sorella
del magistrato ucciso dalla mafia. «Sugli inviti a manifestazioni antimafia - aggiunge il
governatore - non ne ho bisogno perchè dal 29 marzo, da quando ho appreso dell'inchiesta a mio carico, non ho partecipato a iniziative con vittime di mafia e se ne ho promosso per ricordare quei fatti l'ho fatto in silenzio».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati