A tempo di tonnina

Da domani c'è una bella infilata di tre giorni troppo bellissimi. Vento leggero levantino, cielo bello aperto, temperature massime attorno a 26, 27 gradi. Che altro c'è da dire? Proprio niernte. Ma quello che si può aggiungere è che comincia a venire il tempo della tonnina. Ma, direte voi, che c'entra la tonnina col meteo? Certouna volta c'entrava di più perché maggio era u misi ca i tunni trasevanio a parte di Scopello, di Santu Vito, della Favignana e dda calavano le tonnare. E questo tipo di pesca certo ci vineva meglio se il mare era bello liscio. Ora queste cose non ci sono più e, se non mi ricordo male, la tonnara di Favignala la calano solo pi farici tirare le fotografie ai turisti.

Come che sia adesso arrivano i belli tonni sopra le balate delle pescherie e i palermitani si arricampano a casa e ci ricinu a tutti: amu campatu navutru annu, come si fa ogni vorta ca si mancia una cosa di stagione. Ma pure questo si perse perché trovate arance per ferragosto e pomidori pi natale. La tonnina, come stagionale, ancora resiste e quannu accumincia, nelle piscarie c'è la fila. Cu a voli fritta, cu ìmpanata, cu ammuttunata a ragù. Ma vi vinissi mai ìntesta di manciari tunnina arrustuta mentre fuora ci sunnu lampi e trona? Videntamente no. Consiglio: accantu a tunnina ci va insalata vastasa. Cioè patati e fasulina vugghiuti, pomidori p'insalata, cipudda 'nfurnata. E mafardine cavuri cavuri. Vino bianco agghiacciato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati