Giovani, riprendiamoci il nostro futuro

E' inutile far finta di niente.. La città di Palermo sta morendo. I giovani non trovano lavoro, gli adulti non trovano lavoro e chi ce l'ha, lo perde con cassa integrazione o semplicemente lasciato a casa, tanto era assunto in nero! E per chi ha la fortuna di non esser licenziato e di mantenere la famiglia (moglie, figli e tra poco nipoti), ci pensa poi lo Stato a bombardarlo di tasse e ad aumentare l'età pensionabile!
E le giovani coppie? E chi vuole crearsi una famiglia? O chi semplicemente ha terminato gli studi e adesso vuole semplicemente lavorare!?!?
Lavorare dovrebbe essere un dovere, a Palermo sembra più un privilegio, per noi giovani deve essere un diritto!
Dove andremo a finire? Le grandi aziende e industrie non investono in Sicilia (e se lo fanno scelgono Catania), i piccoli negozi chiudono perché stanno iniziando ad aprire i centri commerciali (con un ritardo di circa 15/20 anni rispetto al resto d'Italia)! I giovani che hanno il coraggio, decidono di partire, di provare all'estero o al Nord. E chi invece questa terra non la vuole abbandonare, dopo la laurea (magari ottenuta col massimo dei voti e anche la specialistica!) fa il disoccupato, chiede ancora i soldi ai propri genitori, con una vergogna che si porta dentro in silenzio.
E allora, dobbiamo dire BASTA! Che futuro avrà la nostra generazione? Che faremo un giorno che i nostri genitori saranno in pensione o non ci saranno più. Come pensiamo di soprav-vivere?
Dobbiamo riprenderci la nostra città, il nostro futuro, la nostra vita! Non sono dell'idea che tutti la pensiamo allo stesso modo, ma dobbiamo avere delle idee per riprenderci il nostro futuro!
Valentina Cortina, Palermo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati