Percepiva l’invalidità da cieca, ma lavorava come bidella

EMPOLI. Percepiva la pensione di invalidità perché cieca ma lavorava come bidella in una scuola di Empoli. E' quanto ha scoperto la compagnia della Guardia di finanza di Empoli (Firenze) che stamani ha eseguito due misure di custodia cautelare agli arresti domiciliari, disposti dal gip di Firenze David Monti, nei confronti dellla donna e di suo marito. Truffa aggravata e falso materiale le ipotesi di reato contestate.  Secondo quanto spiegato dalle fiamme gialle in una nota la donna, "in occasione delle varie visite mediche, ha fatto credere di essere affetta da cecità assoluta per usufruire della pensione di invalidità e degli assegni di accompagnamento". Sempre secondo le indagini della Gdf, coordinate dal pm fiorentino Leopoldo De Gregorio, la donna, "alterando un certificato rilasciato dalla Asl di Empoli ha, altresì, indotto i dirigenti scolastici di 3 scuole di Empoli (presso cui ha prestato la sua attività lavorativa) a concederle permessi retribuiti", riconosciuti ai portatori di handicap, "per un totale complessivo di 110 giorni".  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati