Palermo, con Aricò in campo Bongiorno e Baldassarri

Italo Bocchino, vice-presidente nazionale Fli: "l'avvocato, palermitana, lavorerà per rendere trasparenti tutte le procedure comunali, mentre l'economista saprà mettere in atto una macchina in grado di eliminare tutti gli sprechi"

PALERMO. Due personalità di spicco di Futuro e Libertà, l'onorevole Giulia Bongiorno e il senatore Mario Baldassarri, a disposizione di Alessandro Aricò per amministrare Palermo.  «Giulia Bongiorno, palermitana, avvocato e presidente della commissione Giustizia della Camera, fin dal principio lavorerà per rendere trasparenti tutte le procedure comunali. Baldassarri, economista di fama internazionale e presidente della Commissione Finanze e tesoro del Senato, saprà mettere in atto una reale spending review per eliminare gli sprechi nella macchina amministrativa». Lo ha anticipato Italo Bocchino, vice-presidente nazionale Fli.


Bocchino e Aricò - candidato sostenuto da Fli, Mpa, Api e movimenti civici, Mps, Palermo Avvenire, Chiamalacittà - oggi hanno partecipato all'inaugurazione della mostra «Le arti del
costruire», realizzata all'interno del Parco Ninni Cassarà dagli operai del Coime (Coordinamenti interventi manutentori edili), per il 25/o anniversario di attività della società. «Il contributo di Giulia Bongiorno e Mario Baldassarri sarà di grande spessore. È importante fare rinascere Palermo
partendo da una rigorosa revisione delle spese e delle procedure comunali, ciò si può fare prendendo come esempio realtà già virtuose come il Coime, con tutte le sue grandi risorse umane», ha detto Aricò. «Il nostro impegno per la legalità - ha aggiunto - rimane prioritario, e lo ribadiamo qui, nel parco intitolato a Ninni Cassarà, esempio massimo della lotta dello
Stato contro la criminalità organizzata».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati