Lombardo: "Casini stia tranquillo, non mi ricandiderò"

Il presidente della Regione alla convention in sostegno di Aricò: "Arriverà al ballottaggio, eventualmente si vedrà. Bersani? Forse non legge i giornali e non sa che si vota tre settembre e ottobre"

 PALERMO. «A Casini che predica discontinuità in Sicilia perchè vuol tornare al passato dico che ci muoveremo invece nella continuità. Alle prossime regionali lavoreremo per creare una coalizione ampia partendo da chi ha sostenuto le riforme, senza preclusioni neppure nei
confronti dell'Udc. Se il problema sono io, Casini stia tranquillo: non mi ricandido alla presidenza della Regione». Lo ha detto il governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo, conversando con i cronisti a margine di una convention elettorale a Palermo.


«Penso che Alessandro Aricò possa arrivare al ballottaggio, in caso contrario il Mpa farà le sue
scelte: io agli appelli per il secondo turno preferisco la libertà di voto». E sul voto: "E' stata una campagna elettorale scandita da insulti, chiacchiere e mille incoerenze. E sicuramente se dovesse essere eletto chi non ha fatto altro che bestemmiare e portare avanti azioni di sciacallaggio sarebbe difficile qualsiasi dialogo. Non c'è dubbio che le comunali rappresentano un test nazionale, si vota in città importanti come Palermo. Bersani vuol sapere quando si voterà in Sicilia? Forse non legge giornali, a ottobre o a settembre prossimi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati