India, la Enrica Lexie torna libera: autorizzato il rilascio

La petroliera era bloccata nel porto di Kochi dopo l'uccisione di due pescatori indiani e l'arresto dei due marinai Latorre e Girone

NEW DELHI. La Corte Suprema di New Delhi ha autorizzato la partenza della petroliera Enrica Lexie. La petroliera italiana e il suo equipaggio erano trattenuti in India dopo l'uccisione di due pescatori e l'arresto dei due marinai Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.


La decisione è stata presa dal massimo organo giudiziario dopo una seduta di oltre due ore dedicata all'esame del ricorso presentato dall'armatore contro un precedente verdetto dell'Alta Corte del Kerala. Dopo un'animata discussione tra le parti, i giudici hanno disposto il rilascio della nave, dell'equipaggio composto da 24 persone, dei quattro marò dell'unità di anti pirateria e anche delle loro armi a bordo.


Hanno però posto tre condizioni, tra cui quella che il capitano e i responsabili della compagnia di navigazione assicurino (con una dichiarazione scritta e una garanzia bancaria) la disponibilità della nave e dell'equipaggio in caso in cui sia richiesto nelle indagini o inchiesta giudiziaria a carico di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. La Corte ha anche richiesto una simile assicurazione al governo italiano per quanto riguarda i quattro marò dell'unità anti pirateria rimasti a bordo, la quale è stata fornita stamattina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati