Palermo, oncologia chiusa al Policlinico: i pazienti andranno al Civico

Si partirà il 7 maggio. La Commissione Multidisciplinare ha ufficializzato il programma degli interventi con cui sarà garantita la continuità assistenziale dai malati, dopo il provvedimento di sospensione temporanea dell'Unità oncologica adottato due settimane fa

PALERMO. Dal 7 maggio i pazienti presi in carico dall'Unità di oncologia medica del Policlinico di Palermo, che necessitano di somministrazione dei farmaci chemioterapici per via endovenosa, potranno effettuare la terapia nell'Unità di oncologia dell'ospedale Civico e saranno assistiti dagli stessi medici del Policlinico che li avevano in cura e nelle condizioni di massima sicurezza.


La Commissione Multidisciplinare ha ufficializzato oggi il crono programma degli interventi con cui sarà garantita la continuità assistenziale dei pazienti, dopo il provvedimento di sospensione temporanea dell'Unità oncologica del Policlinico adottato due settimane fa. Restano in carico al Policlinico, invece, le attività ambulatoriali (terapia oncologica orale, prime visite e
controlli) e le consulenze interne. Dal 2 al 5 maggio, tutti i pazienti del Policlinico saranno contattati individualmente dai medici che li hanno in cura e informati sulle nuove modalità assistenziali.


Nell'unità oncologica del Civico è stato allestito un desk a disposizione dei pazienti. Negli stessi giorni, sarà previsto uno «stress test» nel reparto dell'azienda Civico, ovvero una simulazione che servirà a verificare la messa a punto dei processi organizzativi predisposti per fronteggiare un'utenza più numerosa. «La Commissione - ha detto l'assessore regionale per la Salute, Massimo Russo - ha riscontrato un'intensa attività organizzativa portata avanti dalle due aziende in un clima di fattiva collaborazione».


© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati