Palermo, record di multe contro la doppia fila

In due settimane la polizia municipale ha "colpito" gli automobilisti indisciplinati con ben 3600 contravvenzioni, grazie alle telecamere a bordo di quattro pattuglie. Nel mirino soprattutto viale Strasburgo, via Sciuti e piazza Castelnuovo

PALERMO. Pugno di ferro della polizia municipale contro gli automobilisti che posteggiano irregolarmente: in due settimane sono state elevate circa 3.600 multe. A rilevare le contravvenzioni sono stati i vigili urbani con l’ utilizzo dello “street control”, una vera e proprio telecamera che immortala le auto parcheggiate in doppia fila, sui marciapiedi e sulle strisce pedonali. A rendere noti i dati è il commissario Ignazio Agati della polizia municipale che coordina questo servizio predisposto dal comandante Serafino Di Peri. La prima settimana le multe erano state 1.700,  la seconda invece, sono più che raddoppiate. I verbali sono stati elevati soprattutto lungo gli assi viari principali per la circolazione, in particolare viale Strasburgo, via Ausonia, via dei Nebrodi, via Belgio, via De Gasperi, via Empedocle Restivo, via Sciuti, via Notarbartolo, via Terrasanta, via Libertà, piazza Castelnuovo, via Ruggero Settimo, via Maqueda, via Dante e via Filippo Parlatore.


Controlli sono stati effettuati pure attorno alla zona del tribunale in seguito anche alla protesta di alcuni lettori che alcuni giorni fa si erano rivolti al Giornale di Sicilia. Delle 3.600 multe elevate in queste due settimane, la maggior parte riguardano le auto posteggiate in doppia fila. Quattro le pattuglie in azione ogni giorno, due svolgono il servizio di mattina e altrettante di pomeriggio. I dati vengono inviati immediatamente al comando che avviano l’iter per inviare la multa al domicilio del proprietario dell’auto finita nel mirino dello “street control”. Questo stesso tipo di servizio viene svolto anche in altre città importanti, da Roma a Milano, da Bologna a Torino e Bari. Le telecamere non solo serviranno a rilevare le multe delle macchine posteggiate irregolarmente, ma dal numero di targa gli agenti della polizia municpale è in grado di individuare immediatamente se si tratta di un veicolo rubato.


Quello della lotta alla sosta selvaggia è uno degli obiettivi prioritari del comandante Di Peri perché spesso le auto posteggiate in doppia fila riducono le strade a veri e propri budelli creando notevoli intralci alla circolazione. L’ anno scorso sono state elevate oltre 163 mila contravvenzioni per sosta irregolare, circa tremila in più rispetto al 2010. E quest’anno con l’ utilizzo delle telecamere, è più che probabile un ulteriore incremento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati