Omicidio di Vanessa, il fidanzato avrebbe ucciso per gelosia

Francesco Lo Presti avrebbe valutato l’ipotesi del suicidio dopo aver commesso il delitto della ventenne

ENNA.  Lo avrebbe chiamato col nome del suo ex fidanzato in un momento di intimità. Sarebbe stata questa la molla della violenta gelosia che ha spinto Francesco Lo Presti a uccidere la sua fidanzata nella loro abitazione di Enna. È quanto si apprende da fonti investigative. Secondo questa ricostruzione, dopo la lite la ragazza stava per uscire di casa, ma l'uomo l'avrebbe strangolata con un cavo elettrico e poi soffocata con un fazzoletto. La Procura avrebbe disposto accertamenti tossicologici su vittima e fermato per verificare l'eventuale assunzione di stupefacenti o sostanze alcoliche. Una volta commesso il delitto, Francesco Lo Presti voleva suicidarsi, non ad Enna ma vicino Catania.


«Sono un padre attento che si occupa dei propri figli. Ma Vanessa non sono riuscita a difenderla» . Giovanni Scialfa il padre della 20enne uccisa dal fidanzato convivente Francesco Lo Presti 34 anni, non si dà pace. Seduto con la moglie Isabella davanti l'obitodio del cimitero di Enna piange la sua «amata creatura». «Mia figlia è andata via da casa il 5 febbraio - ricorda - lavorava al chiosco della Kore come barista e un paio di volte avevo visto questo ragazzo là con lei. Le avevo detto che non mi piaceva. così lei era andata via da casa. Mi ero rivolto alle forze delll'ordine ma loro mi avevano detto che era maggiorenne». Dopo 15 giorni erano andati a convivere. 


«La prima volta che li ho ricevuti a casa è stato per Pasqua - rievoca Giovanni Scialfa - anche domenica scorsa erano stati a casa mia. Avevano litigato perchè lui che era in malattia dal lavoro, faceva il lavapiatti in un albergo, rischiava il licenziamento. Martedì mattina mia moglie ha
chiamato Vanessa - conclude il padre della ventenne uccisa - che le ha detto che Francesco era andato a lavoro. Ma da quello che sappiamo è tornato a casa prima perchè si è licenziato».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati