Movimento Cristiano Lavoratori Messina: no all'apertura dei negozi nei giorni di festa

MESSINA. Il Movimento Cristiano Lavoratori di Messina manifesta contrarietà alla recente decisione del TAR di Catania che autorizza l’apertura nei giorni festivi degli esercizi commerciali di Messina e ribadisce le motivazioni che si oppongono all’estensione del lavoro festivo anche in attività che non lo necessitano dal punto di vista tecnico-produttivo e in servizi non di sostanziale utilità pubblica.
E’ evidente che la perdita del giorno comune di festa, che ha radici millenarie nella cultura civile e religiosa del nostro popolo, si ripercuote pesantemente e negativamente, sia sulla vita delle famiglie, sia su quella delle comunità civili e religiose, alimentando un pericoloso processo di frammentazione e disgregazione sociale.
Si tratta di una decisione lesiva di basilari esigenze umane e di beni primari della collettività garantiti dalla Costituzione Italiana e da quella Europea, rappresenta un vulnus alla famiglia che costituisce una istituzione fondamentale della società e si sta dimostrando una risorsa fondamentale e il solo ammortizzatore sociale per affrontare i problemi più drammatici della crisi epocale che stiamo vivendo, e apporta una profonda una modificazione del nostro modello di vita, che viene sacrificato sull’altare dell’economia e del consumismo.
Il tempo comune di festa è un valore e un bene comune che lo Stato deve tutelare per ogni persona che può sviluppare la propria personalità primariamente attraverso le relazioni familiari e amicali e la partecipazione alla vita delle formazioni sociali intermedie (gruppi, associazioni, comunità, aggregazioni della società civile ecc.) nel tempo comune di astensione dal lavoro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati