Ferrandelli: "Meno tasse a chi denuncia il pizzo"

Il candidato sindaco: "La mia amministrazione sarà al fianco di tutti gli imprenditori, le associazioni e i soggetti che avranno la forza di parlare. Per loro ci sarà il taglio delle imposte comunali per l'intera durata del mandato"

PALERMO. «La mia amministrazione sarà al fianco di tutti gli imprenditori, le associazioni e i soggetti che avranno la forza di denunciare: per loro ci sarà il taglio delle imposte comunali per cinque anni, l'intera durata del mandato». Lo ha detto Fabrizio Ferrandelli, candidato sindaco del centrosinistra a Palermo, intervenendo a un dibattito con gli altri candidati organizzato da Addiopizzo.


Ferrandelli ha poi illustrato altri punti del suo programma, relativi al tema della trasparenza e della legalità: «nelle mense comunali - ha detto - si serviranno solo cibi realizzati con prodotti che provengono da attività 'pizzo-freè. Il Comune metterà a punto un 'rating antimafià da applicare nel rapporto fra le istituzioni bancarie e le imprese palermitane, inoltre sfrutteremo a pieno le opportunità offerte dal Pon sicurezza per aumentare la rete 'pizzo-freè. Daremo vita al 'Dipartimento per la verita» per garantire trasparenza e controlli efficienti, ad iniziare da Catasto degli appalti. Lavoreranno solo associazioni che presenteranno il certificato antimafia.


Nel corso del suo intervento, Fabrizio Ferrandelli è poi tornato a parlare della candidatura di Settimo Trapani alla presidenza della settima Circoscrizione: "La denuncia riabilita, libera e riscatta - ha detto Ferrandelli - e proprio per questo Trapani va sostenuto, come tutte quelle persone e quelle realtà che hanno avuto il coraggio di rompere il muro del silenzio".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati