Uccide il cognato al culmine di una lite: uomo fermato a Novara di Sicilia

Rosario Grasso, 75 anni, si è accusato di aver ucciso il cognato Sebastiano Raciti, 50 anni, con un colpo di pistola. Il cadavere dell'uomo era stato recuperato ieri in una scarpata

MESSINA. I carabinieri hanno fermato, con l'accusa di omicidio, Rosario Grasso, 75 anni, l'uomo che ieri si è accusato di aver ucciso il cognato Sebastiano Raciti, 50 anni, con un colpo di pistola durante una lite sulla statale 185 a Novara di Sicilia (Me). Grasso ieri si era consegnato ai carabinieri portando il revolver cal. 38, da lui regolarmente denunciato, e che avrebbe utilizzato per uccidere il cognato. Ha raccontato di avere sparato dopo una litigio iniziato per rancori personali. I militari dell'Arma ieri avevano poi recuperato il cadavere di Raciti proprio nella
scarpata sulla Ss 185 indicata da Grasso. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati