Gela, dichiarazioni false per allacci luce: 20 indagati

Per ottenere illegittimamente gli allacci di acqua, luce e gas, alcuni proprietari di costruzioni abusive di Gela hanno presentato, alle aziende che gestiscono i servizi, false auto-dichiarazioni sull'anno di costruzione dell'immobile, allegando una infedele perizia giurata sottoscritta da un geometra.


La procura della repubblica presso il tribunale di Gela, procedendo per il reato di «false attestazioni a pubblico ufficiale» ha notificato oggi avvisi di chiusura indagini a venti proprietari di immobili abusivi e al tecnico loro complice. Secondo le indagini gli abusivi dichiaravano che l'immobile era esistente alla data del 31 gennaio 1977, allegando alla domanda la perizia giurata del geometra in cui si dava atto che l'edificio era di vecchia costruzione e che  non aveva subito interventi tali da rendere necessaria una apposita concessione edilizia.


In realtà i fabbricati sotto inchiesta sono risultati costruiti dopo il 2003, senza licenza comunale e perciò non condonabili. Ma gli allacci di acqua, luce e gas sono stati effettuati ugualmente perchè «gli enti gestori - scrive la Procura - non effettuavano i dovuti controlli e i sopralluoghi,
limitandosi a recepire le domande e le perizie giurate rivelatesi false».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati