Mafia ed estorsioni, colpo alla cosca di Barcellona

Il blitz dei carabinieri nel Messinese ha portato all’arresto di otto persone. Tra i destinatari un esponente di rilievo del clan locale e alcune nuove leve

BARCELLONA POZZO DI GOTTO. I carabinieri hanno eseguito otto ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di presunti esponenti del clan mafioso di Barcellona Pozzo di Gotto. Gli indagati - che devono rispondere, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione, violenza privata, lesioni e danneggiamento - sono ritenuti responsabili di una serie di estorsioni nei confronti di alcuni commercianti messe a segno tra l'agosto 2011 e il gennaio scorso.  
Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale di Messina, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia e dalla Procura di Barcellona Pozzo di Gotto. Tra i destinatari della misura cautelare, oltre ad un esponente di rilievo della cosca di Barcellona, vi sono alcune "nuove leve", rappresentate dai figli di alcuni elementi di spicco del clan attualmente detenuti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati