"Sgarbi non può candidarsi a Cefalù", ma lui insiste

Lo ha deciso la sezione civile del tribunale di Marsala, sulla base di un ricorso del ministero dell'Interno, in quanto amministratore del Comune di Salemi che è stato sciolto per infiltrazioni mafiose. Il critico d'arte non intende tuttavia rinunciare

Sicilia, Cronaca

CEFALU'. Vittorio Sgarbi non può essere candidato a sindaco di Cefalù in quanto amministratore del Comune di Salemi che è stato sciolto per infiltrazioni mafiose. Lo ha deciso la sezione civile del tribunale di Marsala, sulla base di un ricorso del ministero dell'Interno. Il critico d'arte non intende tuttavia rinunciare.  «Rispetto alla decisione della sezione civile del Tribunale di Marsala - si legge in una nota del suo ufficio stampa - Vittorio Sgarbi resta candidabile. Ogni valutazione di merito, e non meramente formale come quella del Tribunale di Marsala, è rimandata alla Corte di Appello di Palermo presso la quale gli avvocati del critico d'arte proporranno reclamo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati