Film hard con coppie di Caltanissetta, tutti in fila per avere il video

L'episodio si chiama "Scandalo in Sicilia", i protagonisti sono del capoluogo ma anche di Gela e Niscemi. Previsto nuovo video a Catania che dovrebbe essere prodotto a metà maggio

CALTANISSETTA. «Scandalo in Sicilia». È uno dei titoli in copertina di un film hard interamente interpretato da quattro coppie scambiste nissene. Il dvd dalla prossima settimana sarà in edicola in tutto il territorio nazionale. È la Caltanissetta a luci rosse che non t’aspetti. La piccola città di provincia che si spoglia di pudori, tabù e scopre potenziali «star» dell’hard locale. Casalinghe, impiegati, professionisti e commercianti - tutti scambisti - che hanno prestato “anima e corpo” a un film a luci rosse girato nelle settimane scorse in due appartamenti di Caltanissetta e Gela. Come di Caltanissetta, Gela e Niscemi, sono le coppie protagoniste di quello che, recita la copertina, sono «giochi privati con coppie scambiste alla ribalta».
Già, quattro coppie nissene. A Caltanissetta, lei, la quarantenne Marta (ma tutti i nomi dei protagonisti sono di fantasia), impiegata d’assicurazione, lui, Andrea di 42 anni, dipendente statale. Sempre del capoluogo sono la commessa Sara di 32 anni e Salvo, libero professionista di 35 anni. Di Niscemi sono Mirella, casalinga di 37 anni e Flavio, impiegato di 39. Di Gela sono Gina, 33 anni, assistente in uno studio dentistico ed Ettore, 32 anni, commerciante. Tutti dilettanti allo sbaraglio diretti da una regista, pure lei, che non ti aspetti. Una studentessa di Giurisprudenza, Lucrezia F., ventisettenne toscana. Lei e quattro suoi colleghi di Università, per sbarcare il lunario e fare un po’ quattrini, ebbero questo idea qualche anno fa a Siena. E da allora l’esperienza s’è ripetuta. Lucrezia dietro la macchina da presa e la produzione curata da Marco Galimberti responsabile della «Valentino» di Roma. «La passione - ha spiegato la giovane regista - è nata per gioco e sinceramente all’inizio era solo un discorso economico. Poi, però, con il passare del tempo mi sono appassionata al mondo particolare degli scambisti ed al loro modo di inventarsi il divertimento». Poi ne ha pure fatto un «business», che presto mollerà. Non prima di un nuovo video a Catania che dovrebbe essere prodotto a metà maggio.
E loro, gli scambisti nisseni protagonisti del film a luci rosse già avvezzi a superare ogni inibizione, ma solo nel privato, si sono lasciati trascinare nel vortice della trasgressione. E nonostante mascherine ne celino il volto, è una forte dose di esibizionismo che li ha spinti sul set hard. E il cuore, il loro, batte forte. Batte forte per l’emozione in attesa che a giorni il film sia in edicola. E batte altrettanto forte per il timore di essere scoperti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati