Con la moto sotto un'auto, muore a 16 anni a Marineo

Tragico incidente nel tardo pomeriggio di ieri, la vittima si chiama Alessio Di Sclafani. Per il giovane, che frequentava il liceo tecnologico a Palermo, l'Itis Alessandro Volta, non c'è stato nulla da fare ha perso il controllo del mezzo è si è schiantato

PALERMO. Il suo mito era il Sic. Nella sua pagina di Facebook c'erano foto di moto potenti e del suo beniamino, morto lo scorso anno in un drammatico incidente nel gran premio di Malesia. Ieri nel tardo pomeriggio Alessio Di Sclafani, di appena 16 anni era a bordo della sua moto Caballero Fantic Motor. Stava percorrendo la strada all'ingresso di Marineo in direzione Bolognetta. Era con un amico che lo precedeva con un'altra moto. Per cause da accertare Alessio ha perso il controllo della moto. La Caballero è finita contro un'auto guidata da un uomo di 39 anni che stava tornando in paese. L'impatto è stato violento.
Per il giovane Di Sclafani, che frequentava il liceo tecnologico a Palermo, l'Itis Alessandro Volta, non c'è stato nulla da fare. Sul posto, oltre agli operatori del 118 con l'ambulanza, i carabinieri hanno richiesto l'interno dell'elisoccorso. Un tentativo vano. Le scene attorno al povero corpo sono state strazianti. Sono arrivati la madre e uno dei due fratelli, l’altro è in gita d’istruzione a Praga. La notizia al padre è stata comunicata in Germania. L'uomo, che gestisce li una gelateria, sta tornando a Marineo.
«Siamo davvero scossi - dice il sindaco di Marineo Franco Ribaudo - Un giovane solare, positivo con tanta gioia di vita. Un incidente che ci tocca da vicino come amministrazione ancora di più visto che il giovane è nipote della mia segretaria in Comune. Davvero una perdita terribile. È stato fatto di tutto. Ma ogni tentativo di rianimarlo è stato inutile». Da quando si è diffusa la notizia nel piccolo centro la pagina di Facebook è stata invasa dai messaggi degli oltre 500 amici di Alessio. «Non ti scorderò mai», scrive Ruggero Cangialosi. «Adesso sei tra gli angeli», aggiunge Francesco Virga. «Ti ho avuto come compagno per pochi mesi - scrive Giulia Majani - ma queste notizie fanno malissimo lo stesso. Riposa in pace Ale».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati