Misilmeri, il sindaco: "Pronto a dimettermi"

Piero D'Ai, primo cittadino del centro palermitano dopo le notizie dell'inchiesta antimafia Sisma: Io e la mia giunta siamo a disposizione degli organi inquirenti e della magistratura affinchè si renda giustizia alla città. Chiederò verifiche e approfondimenti agli organi competenti per far luce sulle attività del Comune"

MISILMERI. «Io e la mia giunta siamo a disposizione degli organi inquirenti e della magistratura affinchè si renda giustizia alla città. Chiederò verifiche e approfondimenti agli organi competenti per far luce sulle attività del Comune. Valuto anche la possibilità delle mie dimissioni purchè siano utili alla comunità». Lo afferma Piero D'Aì, sindaco di Misilmeri dopo le notizie dell'inchiesta antimafia «Sisma» che riguarda anche il Comune.


«Esprimiamo - aggiunge - il netto distacco nei confronti della criminalità mafiosa e confermiamo l'estraneità dell' amministrazione comunale ai fatti contestati al presidente ed al
vice presidente del Consiglio comunale. Quanto alle vicende sugli affidamenti per la raccolta dei rifiuti ad una ditta coinvolta nell'indagine, preciso che da quando si è insediata
la mia amministrazione non sono stati affidati lavori alla ditta di tale Falletta, che risulta dall'indagine quale prestanome del boss Lo Gerfo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati