Blitz antiprostituzione tra Siracusa e Catania: 10 arresti

Smantellata dai carabinieri di Augusta un’organizzazione che utilizzava come paravento locali notturni

AUGUSTA. Una organizzazione che avrebbe gestito un vasto giro di prostituzione utilizzando come paravento locali notturni del siracusano è stata smantellata dai carabinieri di Augusra che hanno eseguito dieci ordinanze di custodia cautelare. L'accusa nei confronti degli indagati è di associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento e al favoreggiamento della prostituzione.     
AGGIORNAMENTO ORE 10. L'operazione si è sviluppata interamente nel Catanese dei carabinieri della compagnia di Augusta (Sr) che all'alba ha visto finire in carcere sei persone ed altre tre agli arresti domiciliari mentre per una decima è scattato soltanto l'obbligo di firma, nell'ambito di una operazione che ha smantellato una rete per lo sfruttamento della prostituzione. I provvedimenti restrittivi sono stati firmati dal gip del Tribunale di Catania.    Nell'ambito dell'indagine i militari dell'Arma hanno anche posti i sigilli ad un night di Santa Maria di Licodia (Ct) che, secondo la ricostruzione degli investigatori, sarebbe stato uno dei luoghi utilizzati dal gruppo.   
L'inchiesta ha preso il via nell'ottobre del 2010 da una serie di controlli di routine in alcuni circoli privati nella zona balneare di Vaccarizzo, al confine tra la provincia di Siracusa e quella di Catania, tra i quali l' "Andromeda" (da qui anche il nome dell'operazione scattata stamane). Secondo le prime indiscrezioni il "fatturato" dell'attività di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione sarebbe stato di alcune di migliaia di euro per ogni fine settimana.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati