Palermo, Costa: "Un brand per il rilancio dei mercati storici"

"La nostra rivoluzione culturale - ha affermato Costa - è partita, con la Palermo volenterosa. Rendere la città un marchio significa saper dare innanzitutto reputazione, visibilità e gusto a tutti i suoi contenuti e prodotti"

Sicilia, Politica

PALERMO. Creazione di un brand per Palermo e i suoi mercati storici, recupero del «waterfront» e valorizzazione del patrimonio artistico e culturale della città Sono alcune delle linee programmatiche contenute nella quarta parte del programma per la città, 'Palermo attraentè, presentato stamani dal candidato sindaco Massimo Costa al comitato elettorale di piazza Sturzo.  «La nostra rivoluzione culturale - ha affermato Costa - è partita, con la Palermo volenterosa. Rendere Palermo un marchio significa saper dare innanzitutto reputazione, visibilità e gusto a tutti i suoi contenuti e prodotti. Una volta creato il posizionamento del marchio Palermo, si lavorerà a tutti i sub brand partendo dai mercati storici: Ballarò, Il Capo e Vucciria. Questi marchi sono stati realizzati dal nostro comitato tecnico-scientifico, mentre la realizzazione del progetto e del rendering è affidata all'architetto Luciano Nuccio: un palermitano che ha disegnato il new gastronomy commercial center al Gum, grande magazzino della Piazza Rossa a Mosca, il più grande magazzino al mondo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati